- du 30 nov au 3 dec: voyage à Milan: "Dentro Caravaggio" avec F.Ferranti - Cours d'italien inscription en cours ...

Vous êtes ici :   Accueil » Charlie Hebdo… le retour
 
Prévisualiser...  Imprimer...  Imprimer la page...
Prévisualiser...  Imprimer...  Imprimer la section...
Activités
Voyages
Rubriques
Saveurs

IF.gifCharlie Hebdo… le retour

Ogni saga che si rispetti, ogni film di successo, soprattutto di cassetta dopo un primo esemplare ben riuscito apre le porte a un seguito…la suite, le retour.
Seguito, continuazione, ritorno …che si applica in tanti campi differenti e anche tra la stampa ovviamente c’è chi cavalca l’onda, ancor più, ancor meglio se ha generato un mezzo tsunami.
Charlie hebdo, settimanale satirico non certo nuovo a provocazioni come ogni settimanale che si colloca in uno spazio di questo tipo, dopo l’uscita altamente mediatizzata lo scorso mercoledì della sua edizione “Intouchables” condita da caricature, queste invece molto meno sobrie, del profeta si prepara a un nuovo arrivo in gran fanfara in edicola.
Chissà se l’eco della doppia edizione, i nuovi esemplari prevedono infatti una doppia versione, avrà una grande cassa di risonanza o si spengerà nell’urlo dell’annuncio?
Charb (al secolo, Stephane Charbonnier, direttore del giornale) ha annunciato lunedì sera, senza peraltro rivelare i contenuti che il prossimo Charlie settimanale arriverà in due varianti ben distinte benché realizzate dallo stesso team e allo stesso prezzo.
Ci sarà la versione di Charlie “giornale responsabile” e quella di “giornale irresponsabile”, questo in modo da “contentare”… “i Boutin o gli altri Cohn-Bendit”che vi troveranno quello che desiderano trovarci e l’altro per i soliti habitués che vi troveranno quello che un giornale di questo tipo può e sa offrire.
Charlie Hebdo, per restare in uno stesso campo lessicale acquatico, non naviga certo in acque troppo buone e deve fare di tutto per restare a galla.
In un momento in cui le vendite sembrano colare a picco è lecito farsi ogni tipo di pubblicità e utilizzare ogni tipo di mezzi per galleggiare?
Il fine giustifica i mezzi? Non credo sia il caso di scomodare il Nicolò’ nazionale e neppure di stupirsi più di tanto.
Charlie Hebdo è un giornale satirico e si colloca dunque in una certa direzione dove di umorismo anche non certo “delicato” ce n’è per tutti di ogni fede e professione.
Certo che la vignetta in copertina con imam e rabbino in versione “Intouchables” è di tutta altra finezza rispetto alle caricature del profeta, meno discrete in tutti i sensi e in ultima pagina. Queste non mi avrebbero stupito in una pagina del “Vernacoliere” livornese dove le parti anatomiche sono parte integrante di ogni immagine e ogni articolo.
La Francia comunque é un paese libero, laico in cui non esiste il “reato” di blasfemo ma solo la condanna per istigazione all’odio verso persone sulla base della loro appartenenza religiosa e rispettando questi criteri dovrebbe dunque esserci spazio per tutti di esprimersi….poi al singolo decidere se oppure no prestargli la dovuta attenzione e lettura.
Censura personale dunque, se questo è il caso e non sovvenzione del settimanale se si vuole “punirlo”.
Settimana scorsa ho offerto il mio obolo a questo foglio che non avevo mai letto.
Curiosità forse? Ma neppure troppa. Internet mi aveva già raccontato in lungo , largo e per traverso, ma volevo vedere con i miei occhi per poter giudicare, parlare con cognizione di causa.
Non credo che diventerò una fedele lettrice né tantomeno un’abbonata di questo giornalino cui comunque non va tolto il pregio di portare il suo piccolo contributo al mare dell’informazione(mare in cui circola di tutto, compreso il petrolio dell’Erika di cui oggi si deciderà se la giustizia francese aveva oppure no la competenza per giudicare su questa catastrofe e sulla base di un inquinamento iniziato fuori delle acque territoriali ci potrebbe essere una nuova decisione della corte di cassazione e l’annullamento definitivo delle condanne).
Piccolo contributo all’informazione e soprattutto l’importanza dello sguardo della satira cui non va tolto il pregio di aiutare a riflettere e a farsi un’ opinione personale.
Ridere come sostengo quotidianamente fa enormemente bene.
Chi mi conosce e frequenta lo sa che preferisco la pasta, ma il “riso” come ho avuto modo di ribadire….fa bene a tutto, compresi circolazione e intestini.
Al mio equilibrio sicuramente in ogni caso.

 


Date de création : 07/10/2012 @ 14:30
Dernière modification : 02/02/2014 @ 18:51
Catégorie : Rubriques - Diario
Page lue 2586 fois


Réactions à cet article

Personne n'a encore laissé de commentaire.
Soyez donc le premier !

Lettre d'information
Pour avoir des nouvelles de ce site, inscrivez-vous à notre Newsletter.
bN54z
Recopier le code :
48 Abonnés
Le régard de F. Ferranti
Calendrier
 
 
Prévisualiser...  Imprimer...  Imprimer la page...
Prévisualiser...  Imprimer...  Imprimer la section...